BIANCOFIORE : questa non è Ibiza

Il dramma dei migranti che in questi giorni ha avuto un’impennata insostenibile, mettendo a dura prova il primo fronte di accoglienza nell’isola di Lampedusa. Questa situazione ha scosso tutto il mondo politico nel cercare una soluzione. Ma a battere tutti è stata la rappresentante del gruppo parlamentare di civici d’Italia, che propone una soluzione a dir poco “colorita”

Chi è la signora Michaela Biancofiore

La sua carriera politica inizia con la discesa in campo nel 1995 di Silvio Berlusconi (manco a dirlo) Nel 2003 venne eletta consigliere della provincia autonoma di Bolzano per Forza Italia con 3.680 preferenze. Alle elezioni amministrative del 2005 è stata eletta consigliere comunale di Bolzano nelle liste di Forza Italia, ma dopo un mese è cessata dalla carica.

Coordinatrice provinciale di forza Italia dell’Alto Adige, fu eletta nelle elezioni politiche del 2006 alla camera nella lista di Forza Italia per la circoscrizione del Trentino alto Adige e fece parte della Commissione Affari Costituzionali.

Dopo 26 anni di fedelissima militanza nell’Harem berlusconiano aderisce nel 2021 al neo partito coraggio Italia fondato da sindaco di Venezia Luigi Brugnaro assieme al governatore della Liguria Giovanni Toti.https://www.homosaccens.it/coraggio-italia-lassembramento/

Cosa ha proposto per gestire l’immigrazione.

“Costruire, immediatamente, in acque internazionali un’isola artificiale nel Mediterraneo, una sorta di ‘pit stop’ di approdo, sulla fattispecie del film isola delle rose dove realizzare un hub di accoglienza e salvezza, e di verifica se gli immigrati abbiano titolo a venire in Europa o siano clandestini”. È questa l’idea, “sulla fattispecie del modello predisposto all’Australia. Incredibile ma vero…https://www.la7.it/laria-che-tira/video/isola-artificiale-per-contenere-i-migranti-la-proposta-di-michaela-biancofiore-facciamola-in-mezzo-21-09-2023-504180

Dopo il ponte arriva anche l’isola artificiale, e si dalle “ceneri” di Berlusconi sono rimasti questi soggetti. Credo che bonificare il parlamento da certe persone sia una necessita imprescindibile, anche se prevedibilmente ci vorrà molto tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.